Perchè il meccanico sottocasa ti può rovinare l’azienda

Perchè il meccanico sottocasa ti può rovinare l’azienda

Tempo di lettura: 5 minuti

 

MA LE USI PROPRIO LE 4X4?

Omar Saltafossi me l’ha sempre detto di comprare un’ Audi! Io invece ho ancora un Nissan Qashqai (7 posti e 4 route motrici)…

Qualche giorno fa ho iniziato a sentire un brutto rumore, come qualcosa che sfregasse contro le ruote ed ho portato la macchina dal meccanico vicino a casa.

Una di quelle officine multimarca che si occupano anche delle revisioni, fanno anche da gommisti, sono associate con l’autolavaggio e, se serve, si occupano anche della carrozzeria. Potremmo quindi definire un’officina generalista.

Gli porto la macchina e faccio un giro con uno dei meccanici per fargli sentire il rumore.

Come d’accordo dopo un paio di giorni telefono per chiedere se è tutto a posto e mi rispondono di passare pure, che la macchina è pronta.

Arrivo in officina e trovo lo stesso meccanico con cui avevo fatto il giro nel piazzale un paio di giorni prima e gli chiedo se fosse stato tutto sistemato.

E lui mi risponde: “be,…, adesso il rumore non c’è più…”. La risposta mi lascia un po’ perplesso per cui chiedo maggiori dettagli e faccio la domanda precisa: “ma avete risolto il problema?”.

La seconda risposta mi lascia ancora più stranito: “abbiamo capito che il problema era la trazione integrale. Se vengono inserite le quattro ruote motrici, si sente il rumore, se invece ne usa solo sue il rumore non c’è più”, e poi aggiunge “tanto cosa se ne fa di quattro ruote motrici?”.

DAL PERPLESSO ALL’INCAZZATO

Sto per passare dal perplesso all’incazzato e chiedo di parlare con il capo officina che mi spiega che bisognerebbe smontare l’albero motore per capire cosa si può fare e che però, al momento, non avevano tempo per farlo e che mi avrebbero chiamato loro per darmi un nuovo appuntamento.

 

L’impressione che ho avuto è stata proprio che fossero in difficoltà nel gestire un problema un po’ più specifico e complesso rispetto alla manutenzione ordinaria.

 

Infatti la telefonata per il nuovo appuntamento non è mai arrivata e, nel frattempo, ho deciso di rivolgermi ad un’officina specializzata Nissan per chiedere un parere.

Così ho fatto ed il responso è stato pesante: cambiare tutto l’albero di trasmissione.

 

Questo episodio mi ha lasciato l’amaro in bocca e mi ha fatto sorgere dei dubbi anche rispetto alle manutenzioni fatte negli anni passati. Le avranno fatte bene? Magari un occhio più esperto avrebbe visto in anticipo il problema? Forse non sarei arrivato a dover cambiare tutto l’albero? Non lo so e non potrò mai saperlo con esattezza ma il dubbio c’è e rimane.

GENERALISTI VS SPECIALIZZATI

Quanto mi è successo mi porta a riflettere proprio sul tema essere generalisti vs essere specializzati, cioè “generalisti contro specializzati”.

 

Specializzazione contro genericità non è un tema caldo solo nel campo delle autoriparazioni ma vale in molti altri aspetti di business. Pensiamo, per esempio, alla gestione informatica.

 

Chi si occupa della gestione IT della tua azienda? Uno specialista o un generalista?

 

Hai affidato la tua informatica aziendale ad un tuo dipendente che già si occupava di acquisti e di gestione della qualità solo perché “se la cava bene con il computer?”.

 

Oppure la ditta a cui ti rivolgi per un supporto esterno va dalla posa dei cavi di cablaggio, alla gestione dei server passando per le reti wifi e la sicurezza della posta elettronica fino alla realizzazione di siti web? Non è un po’ troppo per lo stesso gruppo di tecnici?

Il mondo dell’IT è molto complesso e lo diventerà sempre di più. Per rendere infatti le cose più semplici all’utilizzatore finale aumenta notevolmente la complessità di tutta l’infrastruttura sottostante.

Pensa alla semplicità di prendere un file e di trascinarlo in una cartella che hai attivato su un cloud provider a tua scelta (Dropbox, Google,…). Quell’azione scatena una lunga serie di passaggi che coinvolgono il tuo server o il tuo computer, i tuoi apparati di rete, il tuo router internet, la linea internet che ti connette con il mondo e così via.

 

Affidarsi quindi a dei generalisti dell’IT non ti può dare garanzie sul fatto che la gestione della tua infrastruttura sia fatta al meglio.

LE 7 DOMANDE PER CAPIRE SE IL GENERALISTA TI PUO’ ROVINARE

  1. Quante volte il generalista ha preferito non affrontare un problema dicendo “tanto a te la trazione integrale non serve?”.
  2. Quante segnalazioni di un salvataggio dei dati andato male sono state ignorate, anzi per non disturbare si è scelto di non far spedire nemmeno le mail?
  3. Quando segnali un problema l’unica risposta che ti viene data è: “provi a riavviare tutto e poi vediamo?”.
  4. Hai mai avuto un report sullo stato della tua rete?
  5. Quanto volte la tua rete è andata lenta e ti sei sentito rispondere: “beh, se adesso funziona bene siamo a posto così, non perdiamo altro tempo”. E magari quella lentezza è il primo segnale che nella tua rete si è insediato un malware che sta portando fuori, un pezzo alla volta, tutti i progetti della tua azienda?
  6. Sei preoccupato che ogni volta che alzi il telefono ti viene staccata fattura e quindi cerchi di arrangiarti da solo facendo dei danni peggiori del problema che volevi risolvere?
  7. Lo sai invece che esistono aziende IT che sono specializzate nella gestione di infrastrutture informatiche complesse, che NON si occupano di programmazione, che NON fanno siti web e NON installano centralini telefonici ma hanno sviluppato un metodo per rendere la tua infrastruttura IT altamente sicura ed efficiente e che offrono servizi a canoni fissi mensili liberandoti dell’assillo dei costi variabili e non prevedibili?

 

Oltre oceano queste aziende vengono chiamate MSP (managed services provider), cioè fornitori di servizi gestiti.

ECCO QUELLO CHE PUOI FARE

Se vuoi affidarti ad uno specialista prima che sia troppo tardi, se vuoi entrare in contatto con uno dei primi MSP italiani iscritti alla MSP Alliance americana clicca qui.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*